LUCY, ricordo che da ragazzina avevo poche domande e per ciascuna di esse una buona risposta. Da un pò di tempo a questa parte mi rendo conto di avere tante domande e per la maggior parte di esse nessuna risposta accettabile o plausibile, nessuna che sia davvero soddisfacente. Non si può trovare una ragione per comprendere come la vita si accanisca sui più deboli, sulle persone buone e su chi non ha colpe. Lucy, una piccola dolce anima senza colpa che ha lottato per una vita che non le ha dato nulla ed ha perso. Non c è una ragione e non so trovare una risposta all'unica semplice domanda: "perché?". Vogliamo ricordare quel suo sguardo dolce e le sue piccole gioie, le scodinzolate felici, le dormite a pancia in su sul divano.


BALTO, la mia spina nel fianco, un grande dolore personale. Salvato dalle strade di Fiano Romano con il suo compagno di sventura Sam (tra gli adottati), morto dopo soli 4 mesi di una gravissima forma di insufficienza renale. Non sono mai riuscita ad accettare il fatto che morisse proprio nel momento in cui io lo amavo e desideravo donargli quella felicità che immagino avesse sempre sperato di trovare. Aveva una casa, una cuccia, amici con cui dividere le sue giornate, pappa buona, calore.. ma nulla. la vita si accanisce ed è inutile evidentemente cercare risposte a domande sbagliate. Sarà sempre nel mio cuore e mi rammarico ogni volta di non aver potuto cambiare il suo destino. Saperlo felice anche per cosi poco tempo dovrebbe aiutarmi a pensare che sia volato via felice, ma non basta.


MIRTO, salvato in Sardegna e divenuto in fretta la mascotte indiscussa della spiaggia. Non l'ho trovato, lui ha trovato me cercando riparo sotto la mia sdraio. Ricordo ancora che era pieno di zecche, i suoi ululati notturni, il viaggio in nave senza biglietto, l'arrivo a casa ed il giorno in cui è stato adottato. Da quel giorno ha vissuto come un re, in totale simbiosi con gli adottanti e so per certo che ha portato nelle loro vite amore, risate e complicità. Io stessa l'ho amato e resterà di Mirto un ricordo indelebile. Grazie Luigi e Nora per essere stati la quel giorno e per aver scelto Mirto ed avergli donato l'amore puro.


ROLLY, salvato dal lager calabrese, speravamo di dare una svolta decisiva alla sua vita, ma le cose a volte non vanno come dovevano. E' morto per una torsione intestinale, non gli è stato concesso il tempo di acquisire fiducia nell'uomo e trovare una famiglia speciale. Tante domande, tanti sensi di colpa, tanta tristezza. Purtroppo le cose accadono, senza una ragione e non ci resta che ricordarlo mentre gironzolava libero insieme a tanti altri cagnolini, assaporando la libertà che gli è sempre mancata. Addio piccolo, sei bellissimo.